Romagna in bici

18 maggio, 2017 § Lascia un commento

Stamattina il giro d’Italia è partito da Forlì ed oggi è ancora sulle strade dell’Appennino fino a Reggio Emilia. E’ emozionante vedere il Giro d’Italia nelle strade della propria terra, la diretta televisiva che annuncia il nome di località familiari, le immagini che mostrano dall’elicottero i profili di montagne stampate in profondità nella memoria. La fuga delle biciclette è un corteo solenne, come la marcia trionfale di un esercito vincitore. Ogni salita rievoca la storia di altri giri, il ricordo di chi c’era ed ha scritto pagine memorabili. Il passaggio in volata dei corridori di oggi distribuisce energia a chi li va a guardare, come una forza primordiale della natura. Non potrei spiegare il successo di questo sport in Romagna soltanto con la natura prevalentemente pianeggiante del territorio. Il ciclista, professionista o turista che sia, vuole misurarsi con le salite. La prova di coraggio di un corridore passa attraverso l’umile esercizio della fatica, fino al limite dell’estremo sacrificio. E’ una cocciuta sfida contro i limiti entro i quali la natura ci fa esistere. Forse per questo il ciclismo ha tanto successo in Romagna, terra di teste dure, non raffinate, ma disposte a prendere terribilmente sul serio l’impegno sui pedali, pur di arrivare al traguardo. Storie di gente poco incline agli ordini di scuderia, con tutti i rischi che ne derivano.

Annunci

Tag:

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Che cos'è?

Stai leggendo Romagna in bici su ...I've got a project!.

Meta