L’immacolata concessione

27 ottobre, 2015 § Lascia un commento

Cari prof non lamentatevi. Con lo stipendio di ottobre vi hanno accreditato sul conto corrente un’una tantum di cinquecento euro puri & immacolati, concessi dal buon governo della buona scuola. Dopo gli ottanta euro mensili, l’immacolata concessione dei cinquecento euro vorrebbe forse saldare il cuore dei docenti alla poltrona del presidente del Consiglio, artefice di tanta bontà, almeno per questa legislatura. Ma gli insegnanti, si sa, non sono mai riconoscenti e si lamentano del fatto che l’immacolata concessione dei cinquecento euro non è contrattuale. E’ vero che può essere revocata in qualunque momento senza bisogno di spiegazioni e non rientra nel calcolo della pensione. La nuova elargizione assomiglia alle tessere annonarie dei tempi di guerra, da spendere subito per un elenco di beni razionati. Ma quale guerra? La guerra contro la crisi…. Anche i cinquecento euro servono a fare ripartire l’economia, tramite il consumo di oggetti e servizi funzionali al ruolo dei docenti, qui ed ora. Vi pare poco? Anche gli insegnanti possono avere un ruolo nella società, se danno una mano a rimettere in moto l’economia.

Cari prof,  forse non vi hanno ancora detto come spendere i cinquecento euro: libri, corsi, spettacoli… sì, ma non tutti. Per questo ne parlate la mattina presto, nelle ore di pausa e durante l’intervallo. Discutete sul rimborso di un abbonamento teatrale e dei biglietti delle mostre: professori in disputa sull‘immacolata concessione. I vostri discorsi sembrano quelli dei teologi e fanno onore al legislatore che vi ha gettato l’osso. Ma non pensate ai poveri applicati di segreteria che dovranno spulciare le vostre spese puntiformi e stabilirne così la legittimità entro la prossima estate? Per amore  di semplicità sarebbe opportuno fare una sola spesa di cinquecento euro, ad esempio un nuovo computer. Forse non vi serve?  Fatelo comprare ad un amico che vi intesti la fattura per il rimborso. I cinquecento euro accreditati nel conto corrente, liberati così dal vincolo della fatturazione, potrete spenderli come vi pare. Sappiate comunque che torneranno al mittente ben prima della  prossima  estate, tra nuove  tasse e aumenti in bolletta.

Annunci

Tag:

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Che cos'è?

Stai leggendo L’immacolata concessione su ...I've got a project!.

Meta