Le porte dell’Oriente

21 luglio, 2014 § Lascia un commento

SAMSUNG CAMERA PICTURESLe isole spingono in mare la Grecia e le danno confini sfumati. La costa di Corfù guida la rotta verso oriente col profilo movimentato di montagne verdi che si interrompono nelle scogliere. Corfù è più ospitale dei valloni rocciosi che barricano il continente retrostante ed è bella da costeggiare a vela, col maestrale in poppa, di strambata in strambata, veloci come il vento. Due villaggi si affacciano a mezza costa verso il mare aperto, prima che l’isola si assottigli nei bianchi rimbalzi di fragili scogliere inabissate. Le montagne dell’Epiro riemergono diafane in lontananza, scenografie scolorite per chi naviga lento fra Corfù e l’isola di Paxos.

SAMSUNG CAMERA PICTURESNon c’è fretta di arrivare: per la notte a Paxos troviamo posto nel fondale basso del minuscolo porto di Longos, dove i velisti esitano, ma il nostro capitano no. Ricordavo la destrezza del marinaio gallese solitario, l’altra volta che arrivammo qui, tre anni fa: un approdo magico, popolato perlopiù da Britannici in estate. La banchina che cinge l’insenatura è l’unica strada, dove le rare automobili (perfino l’autobus di linea) transitano con le ruote in bilico fra le poltrone dei bar ed il ciglio del molo. Basta un istante per sentirsi a casa, ma l’aria non è più la stessa dell’altra volta. Una nuova generazione di Greci sta riemergendo dalla crisi e di notte brinda al chiaro di luna.

SAMSUNG CAMERA PICTURESScogliera dopo scogliera, le spiagge di Paxos e di Antipaxos sono miraggi presi d’assalto da torme di turisti fin dalle prime ore del mattino. Ma durano poco. Il mare si riappropria dell’orizzonte occidentale, dopo che il faro bianco di Antipaxos ha detto basta all’ultimo scoglio verde d’ulivi. La montagna di Lefkada è il prossimo traguardo, sfumata all’orizzonte. La costeggeremo fin sulla punta dove un altro faro india il Salto di Saffo, luogo antico di riti e di sacrifici umani. Ma il golfo che ancora ci separa dalla meta non è un mare qualunque, segna un confine della geografia e della storia. In questo mare Ottaviano ebbe la meglio sulla flotta di Antonio e di Cleopatra. Davanti al promontorio di Azio, troneggiano le gigantesche mura di Nikopoli, la città romana imperiale costruita da Ottaviano divenuto Augusto.

SAMSUNG CAMERA PICTURES

 

Annunci

Tag:

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Che cos'è?

Stai leggendo Le porte dell’Oriente su ...I've got a project!.

Meta